martedì 23 febbraio 2010

Condannata per omicidio scava tunnel con un cucchiaio ed evade

Ecco dove le madri detenute trascorrono le loro giornate in Italia
Breda, Olanda. 23 febbraio 2010 - Parliamo sempre di notizie in cui uomini innocenti scontano condanne ingiuste. In questo caso, abbiamo invece una donna riconosciuta colpevole di omicidio ma che non sconterà la pena comminatele.

La signora infatti è riuscita ad evadere dalla prigione in cui era detenuta scavando un tunnel dalla sua cella verso l'esterno. Curioso il modo con il quale ha aperto il varco: con un normalissimo cucchiaio da tavola.

Pare che le donne siano particolarmente scaltre anche quando si tratta di evadere dalle carceri (quelle poche che per qualche motivo ci finiscono dentro, normalmente si tratta di criminali recidive). L'anno scorso ad esempio una detenuta cilena, che sarebbe dovuta uscire non prima del 2016, è scappata dall'istituto a custodia attenuata dell'Icam, satellite del penitenziario milanese di San Vittore riservato alle donne, banalmente scavalcando il muro di cinta. Si, perché per chi non lo sapesse l'Icam è niente di più che un albergo, fatta salva la presenza di qualche guardia. Le efficienti misure di sicurezza però non sono servite ad evitare l'evasione.

Fonti

Nessun commento:

Posta un commento

Puoi utilizzare alcuni tag HTML nel commento: <b></b> o <strong></strong> (per il grassetto), <i></i> o <em></em> (per il corsivo) e <a href=""></a> (per i link). Per aprire una nuova discussione, usa il forum

Posta un commento